CALCIATORE O ASTRONAUTA?

  • 1-gen-2017

CALCIATORE O ASTRONAUTA?

 

di Diego Cresceri

 

Avevo 14 anni o giù di lì quando ho deciso cosa avrei fatto nella vita. Di solito è quella l'età in cui si sogna di diventare astronauta o calciatore.

È stata sicuramente la prima decisione davvero importante, di quelle che contano. A quel punto scegliere il colore della bicicletta o delle ruote per lo skateboard sembrava una passeggiata. Non si scherzava più.

I miei genitori, in fondo, avrebbero voluto che studiassi ragioneria: erano gli anni in cui era "di moda", in cui "se studi ragioneria trovi sicuramente lavoro". E anche se la scuola di ragioneria della mia città era una scuola privata con rette da capogiro, era un investimento necessario e soprattutto sicuro.

Io non sapevo dove avrebbe portato e cosa avrei fatto: nei primi anni '90 non si parlava troppo di globalizzazione, figuriamoci se sapevo cos'erano localizzazione e traduzione. Ma ricordo di essermene uscito con un "o mi mandate al liceo linguistico o vado a lavorare". Non ho mai avuto intenzione di andare davvero a lavorare a 14 anni, non perché capissi che a 14 anni è meglio studiare, assolutamente. Semplicemente non avevo proprio voglia di faticare, e poi a scuola mi sono sempre divertito da morire.

Mi pare di ricordare che il liceo linguistico pubblico fosse cosa alquanto recente, si trattava di una sperimentazione, alcune ore di lingua in più rispetto al liceo scientifico a scapito di alcune ore di fisica o qualche altra materia simile. Inglese e francese. Tedesco dalla terza in poi. Il latino, quello c'era anche al liceo linguistico. Non l'avevo mai visto ma sentivo che il latino mi sarebbe piaciuto. Ma ricordo perfettamente la cosa che mi aveva convinto di più: "le voci" dicevano che al liceo linguistico la gita di classe, se eri fortunato, la facevi all'estero! Gita all'estero in prima superiore?! Non potevo lasciarmelo scappare. (E lo so che oggi le gite all'estero le fanno già alle elementari, ma ahimè una volta non era così!)

Dicevo, non sapevo dove mi avrebbe portato, ma devo essere stato convincente, anche se non ricordo quanto ho dovuto "battere i piedi". So che i miei genitori accettarono, forse sollevati dall'essersi scampati almeno una volta la famosa retta (ignari del fatto che avrei recuperato, molto presto).

È incredibile pensare a come una decisione presa a 14 anni possa influenzare il resto della tua vita.

Avrei potuto diventare ragioniere o geometra, oppure ancora lasciarmi affascinare dai racconti goliardici sull'istituto tecnico della città, e a quest'ora potrei avere un tranquillo "posto statale", lavorare in un ufficio a 5 chilometri da casa o fare chissà cos'altro.

Chi ha scelto di fare delle lingue la propria vita sa cosa si prova quando si sente parlare un'altra lingua, quando si riesce a interagire con la persona che si ha di fronte indipendentemente da dove proviene, anche solo quando riesci ad aiutare il turista che si è perso con l'auto e vedi lo stupore nei suoi occhi quando ti sente rispondere in un linguaggio famigliare. Per non parlare di quando hai finito una traduzione e sai che quella pagina che hai tradotto per quel marchio famoso sarà letta da migliaia di persone.

Penso che quelle emozioni le possa capire solo chi ama profondamente il suo lavoro, e che in fondo siano le stesse per tutti, dall'astronauta al calciatore. Anche il ragioniere, sì, anche lui deve provare la stessa cosa quanto i conti tornano alla perfezione.

Creative Words è stata creata nel 2016 ma la sua storia nasce nel 1994 quando ho preso la prima decisione importante della mia vita.

Nel mezzo c'è stato di tutto, e sono passati più di 20 anni. Ma non c'è altro posto in cui vorrei essere e altri lavori che potrei fare, perché quando decidi a 14 anni cosa fare nella vita, un motivo ci deve essere.

 

----------------------------------------------

Diego Cresceri - Fondatore e CEO di Creative Words, non rinnega il passato ma non guarda mai indietro. Amante assoluto delle lingue è un inguaribile ottimista, e non vede l'ora di sapere cosa ci riserva il futuro.

Commenti

Crea un commento

Campo richiesto

Blog


Contatti

Via alla Porta degli Archi 10/9 - 16121 Genova (GE) - Italy
E-mail: info@creative-words.com
Tel: +39 (0) 10 8970500
Fax: +39 (0) 10 8970344
Cell: +39 320 9730292
Skype: diego.cresceri

"Se parli con un uomo in una lingua a lui comprensibile, arriverai alla sua testa. Se gli parli nella sua lingua, arriverai al suo cuore."   Nelson Mandela


Altri argomenti

AZIENDA
LA NOSTRA FILOSOFIA

Ascolto del cliente, flessibilità, tecnologia e innovazione sono i quattro pilastri su cui ci basiamo per offrire ai nostri clienti un servizio sempre superiore alle aspettative.

+ leggi
AZIENDA
PARTNERSHIP

Crediamo molto nell'apprendimento continuo e nel networking. Per questo Creative Words è membro delle più importanti associazioni del settore. 

+ leggi
TRADUZIONE E LOCALIZZAZIONE
TRADUZIONE E LOCALIZZAZIONE

Nel mondo di oggi iper-globalizzato, la traduzione è un passaggio obbligato per far conoscere il proprio prodotto a un pubblico multilingue. Scopri come possiamo aiutarti.

+ leggi